La salute Disuguale

Come  ha espresso sapientemente  M. Marmot nel suo libro: la povertà non è un destino e nulla di ciò che riguarda le iniquità di salute è inevitabile. Le disuguaglianze di salute nascono dalle disuguaglianze nella società e solo intervenendo sui determinanti sociali è possibile ridurre la palese e ingiusta differenza nella distribuzione della salute. Questo il tema affrontato nell’appuntamento del 24 settembre, attraverso un’analisi approfondita svolta da rappresentanti istituzionali e del mondo delle associazioni da sempre impegnati nel sociale e in ambito sanitario e  attivi soprattutto sul territorio di Roma e provincia. Corso ECM per medici psicologi/psicoterapeuti e infermieri n. 1959-359484 crediti assegnati 6 - corso gratuito

PIL E FELICITA' Alessandro Palumbo con Tonino Cantelmi

Secondo stime il 4% del PIL mondiale verrà brucitato in problematiche connesse con la salute mentale. Ma se investissimo 1 euro nella salute mentale ne guadagneremmo 4. PIL e felicità sono strettamente correlati. Segui l'intervista di Alessandro Palumbo a Tonino Cantelmi presidente dell'Associazione Nazionale Psicologi e Psichiatri Cattolici effettuata durante la tavolta rotonda di WELFARE I CARE focalizzata sulla salute mentale moderata da Domenico Donato

“Pills of Common Good”

L’ OSSERVATORIO del Bene Comune per lo Sviluppo del Welfare di Comunità "Riconoscere, interpretare e agire lo sviluppo di comunità” è il nuovo progetto multimediale legato al mondo della cultura del Bene Comune, di FareRete Innovazione BeneComune APS. Tale iniziativa, conferma la vocazione ai temi riguardanti il Bene Comune inteso come Bene Immateriale, il diritto alla vita, la famiglia, il diritto alla salute, al lavoro e la libertà religiosa, la cultura della cittadinanza e il ruolo attivo dei cittadini all’interno della comunità di appartenenza. Un evento ricco di interventi, alle 17.05 Il prof. Cantelmi parteciperà alle Aree tematiche.

Capodanno Senese 2022 Lectio Magistralis di Tonino Cantelmi

"Portiamo nel mondo digitale il grande tema dell’incontro umano", la ricetta del professore che invita gli adulti "spesso sbadati e sbiaditi, ad essere autorevoli".